Prestashop lento? 8 trucchi per renderlo più veloce

In questa guida cercheremo di dare diversi aiuti per ottimizzare il nostro hosting fornito di installazione Prestashop, famosa applicazione per gestire siti di e-commerce.

1) Controlla le impostazioni Smarty del tuo tema

Dal pannello di controllo, nella sezione Parametri Avanzati -> Prestazioni, assicurati che l’opzione “Compilazione del template” sia impostata sulla voce “Non ricompilare mai i file del template” e che l’opzione “Cache” sia attivata

2) Abilita l’opzione CCC (Combinazione, Compressione e Cache)

Sempre dalla pagina “Prestazioni” nella sezione CCC troviamo alcune interessanti opzioni utili per velocizzare il caricamento dei file javascript, css e immagini, dove possibile cerchiamo di attivare tutte le opzioni presenti:

  • Smart cache per CSS
  • Smart cache per Javascript
  • Minimizzazione HTML
  • Compressione del Javascript nell’HTML
  • Sposta il Javascript alla fine
  • Ottimizzazione Apache (verificare sempre il corretto funzionamento del sito dopo aver abilitato questa opzione, essa modificherà il nostro file .htaccess)

3) Utilizza la cifratura Rijndael per criptare i cookie

Nella stessa pagina “Prestazioni” attivare l’algoritmo Rijndael nella sezione “Cifratura”, contatta eventualmente il tuo hosting provider e chiedi se è abilitato il modulo MCRYPT altrimenti l’opzione non funzionerà

4) Sposta i javascript e i CSS nei sotto domini

Altra utile e pratica soluzione è quella di spostare i file javascript e css dentro i sotto domini specifici, inoltre questo permetterà in futuro di passare più agevolmente ad un sistema CDN esterno.

Per prima cosa creiamo i sotto domini:

  • js1.miostore.it da puntare alla cartella /js/
  • js2.miostore.it da puntare alla cartella /theme/miotema/js/
  • css1.miostore.it da puntare alla cartella /css/
  • css2.miostore.it da puntare alla cartella /theme/miotema/css/

In sostanza avendo questi file sparsi su diversi domini il browser cercherà di caricarli contemporaneamente , così facendo la consultazione del sito sarà sicuramente più veloce agli occhi dell’utente

[button link=”http://www.blooweb.it/Magento-Prestashop-e-OpenCart-preinstallati.html”]Hosting + Prestashop a 48.00 Euro all’anno[/button]

5) Utilizza un servizio CDN

Se il tuo sito web lavora in multi lingua e quindi è rivolto anche a utenti stranieri, un servizio CDN globale può rivelarsi molto utile perché esso offre la consegna dei file localizzando l’utente che le sta richiedendo, ad esempio, un utente giapponese riceverà i contenuti dislocati sui server giapponesi del servizio CDN e così via per gli utenti di altri paesi. I servizi CDN solitamente offrono decine di server localizzati in tutto il mondo.

6) Unisci le immagini con l’utilizzo degli Sprite

Ogni volta che un utente naviga il nostro sito web richiede mediamente dalle 50 alle 100 immagini, questa procedura può richiedere un sacco di risorse e di lavoro da parte del browser rallentando la consultazione delle pagine. Utilizzando la modalità Sprite, ossia inserendo tutte le immagini sotto forma di griglia in un unico file, è possibile velocizzare tantissimo il rendering della pagina da parte dei vari browser: Chrome, Firefox, Safari e IE.

Ecco un esempio di come si presenta il file sprite del sito Amazon

esempio-sprite

Questa soluzione soddisfa diversi aspetti: Caricamento più veloce delle pagine, Riduci l’utilizzo e il carico sul server principale, Riduce il codice HTML

Ecco un piccolo tool online che permette di creare un file Sprite corredato di tutto il CSS necessario, dobbiamo solo prendere tutte le immagini e inserirle in un file zip e darlo in pasto all’applicazione: Automatic CSS Sprite Generator

7) Se puoi utilizza il caching di Apache e PHP

Apache permette di installare moduli specifici per gestire il cache lato web server, quelli più popolari sono sicuramente MemCached, XCache e APC

Una volta installato il modulo è possibile configurare affinché Prestashop ne tenga conto e sfrutti queste possibilità offerte dall’hosting, andiamo su “Parametri Avanzati” -> Prestazioni, abilitiamo la sezione CACHE a fine pagina e scegliamo la soluzione che abbiamo attivato fra: Memcached, APC o Xcache

Questi moduli lavorando in modo diverso, APC ad esempio lavora sul codice PHP e permette di ridurre l’esecuzione degli script, mentre Xcache e Memcached lavorano sui contenuti consegnati da Apache riducendo le richieste all’applicazione senza effettuarle ogni volta.

In alternativa ad APC è possibile utilizzare anche eAccelerator

8) Controlla periodicamente le query e il tuning di MySQL

MySQL offre diverse possibilità, fra cui il log delle query lente, esso permette di controllare quali query stanno consumando troppe risorse del server ed eventualmente agire per ottimizzarle oppure di bypassarle perché superflue, inoltre controlliamo il valore query_cache sul nostro server e assicuriamoci che abbia un valore consono al tipo di risorse che abbiamo a disposizione: Hosting, VPS o Server dedicato

In conclusione

Cercate sempre di studiare tutte le soluzioni possibili per velocizzare al massimo il vostro sito web, il principale collo di bottiglia per un sito di e-commerce è quello di avere sotto un motore scadente e poco potente , costringendo l’utente ad abbandonare prima il sito e compromettendo le vendite.

 

 

Prestashop lento? 8 trucchi per renderlo più veloce
3.9 (77.14%) 7 voto[i]
Archiviato in

One thought on “Prestashop lento? 8 trucchi per renderlo più veloce

  1. Ottimo articolo, anche perché alla fine tutti parlano di prestashop ma nessuno dice niente.. nel senso che gli argomenti che trovi in giro per il web toccano superficialmente i veri problemi (chiaramente i dettagli importanti se li tengono per offrirli a pagamento), ad esempio giro da giorni sul web in cerca di un tutoria-guida- post o quello che sia, che parli di CONFIGURAZIONE DELLE SPESE DI SPEDIZIONE e ne ho trovati a centinaia che lo fanno.. ma alla fine nessuno di questi illustra come configurare veramente le spedizioni, e quando vai per chiedere ti rispondono…Se vuole le preparo un preventivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *